Archive for gennaio, 2015

14 gennaio 201501.15.15

Finalmente il primo livello l’ho completato. :king:

In queste prime due settimane ero intenzionato a smaltire le “scorie radioattive” delle feste natalizie, e riprendere confidenza con il running, anche se con otto piccole frazioni da un minuto.
Il primo obiettivo l’ho raggiunto senza problemi: gli allenamenti sono stati via via più semplici da portare a casa, e stamattina la bilancia segnava 105,5 kg. Forse all’inizio mi aspettavo un calo maggiore, ma penso che la tre giorni catanese, culminata lunedì sera con una cena all’”Osteria da Giovannone” :pig: :pig: (vedi immagini, consiglio vivamente a chi passa dalle parti etnee di farci un salto!) e con una bella scorpacciata di cannoli alla ricotta fresca :bimbo: prima di riprendere il traghetto per la terraferma, il risultato sia più che apprezzabile.

Quello che ancora mi manca, ed immagino sia normale, è la continuità: non riesco a correre più di due giorni di fila… :oops: Mi sa che ci vorrà un bel po’ prima di tornare ad allenarmi cinque giorni su sette… :nonzo:

Vedremo. E vedremo soprattutto se riuscirò ad arrivare in una forma semi-decente-e-meno-rotonda alla Deejay Ten dell’8 marzo a Bari.
Quasi certamente la Ten non sarò in condizione di correrla, ma alla Five voglio esserci! :winner:

Posted in Diariowith Commenti disabilitati

Fuga dall’inferno01.10.15

Ciao a tutti!

Dopo tanto (troppo) tempo, mi riaffaccio sul RunningForum (che nel frattempo ho letto che è diventato un marchio registrato, bella mossa!).

Non so bene nemmeno io perché mi sia allontanato.
Certo, da un lato il lavoro mi porta via molto tempo, e non sempre ne trovo per leggere tutto quello che vorrei (e pensare che i forum che frequent(av)o sono solo tre: RunningForum, Digital-Forum e TifosiDelNapoli…).
Dall’altro, però, credo che una buona complicità me l’abbia data la spirale infernale in cui mi sono infilato in questi ultimi due anni.

Era il 6 agosto 2010, la bilancia segnava quota 120, e gli abiti taglia 60 non erano più sufficientemente larghi per me.
Finalmente in testa mi scatta una molla, e decido -per la prima volta in vita mia- di perdere peso.
Senza troppe seghe mentali mi do tre regole semplici: alimentarmi correttamente, tagliare drasticamente il consumo di birra, ed iniziare a correre seguendo il programma di Albanesi.

Esattamente un anno dopo, il 6 agosto 2011, la bilancia segnava 81 kg, e la taglia 50 mi calzava a pennello. Mi ero già avvicinato al mondo delle tapasciate dove fieramente conquistavo l’ultimo posto, e soprattutto stavo finalmente bene con me stesso.
I PB conquistati: 24’58″ sui 5000 il 30 giugno 2012 in pista al Memorial Misasi di Cosenza, 53’48″ sui 10000 il 20 agosto 2013 alla Normanna di Mileto.

Poi il buio. Il ritiro al sedicesimo chilometro di una mezza maratona, insieme ad alcune situazioni sentimentali-personali, è stato il “la” per una involuzione che pian piano mi ha portato ad allontanarmi dalle corse ed a riprendere peso.

Il lavoro per perdere quaranta chili è stato duro. Il passo per riprenderne venti è stato breve: ho iniziato il 2015 con la bilancia che indicava senza mezzi termini centoseipuntotre.
Superfluo dire che non sto bene con me stesso, e sono anche incazzatissimo perché non ho alcuna voglia di cambiare nuovamente tutto il mio abbigliamento…

Reset, devo fuggire da questo inferno.

Per riuscirci, mi sono posto quattro obiettivi semplici semplici:
1. Scendere sotto gli 85 kg. Per riuscirci, ho ricominciato di nuovo con il programma di Albanesi: se ci sono riuscito una volta, posso riuscirci di nuovo!
2. Migliorare il mio PB sui 5000 al prossimo Memorial Misasi (dovrebbe tenersi a fine giugno)
3. Migliorare il mio PB sui 10000 alla prossima Normanna (18 agosto)
4. Portare a termine la Reggio Calabria Half Marathon (dovrebbe tenersi a novembre)

Posso centrarli tutti e quattro, i risultati saranno figli della mia costanza e del mio mindset: dipende solo e solamente da me.

Posted in Diariowith Commenti disabilitati